peacepink

Worldwide Campaign to stop the Abuse and Torture of Mind Control/DEWs

Psichiatria trentina incessantemente sotto inchiesta dopo il caso Luca Soricelli

Con sensibile dedica a Francesco Franco MastroGiovanni morto dopo 87 ore di agonia e mostrato a RAITRE, a tutte le persone decedute in detenzione coatta, o indotte al suicidio, e ai reduci delle sperimentazioni farmacologiche partite dalle lobby farmaceutiche del Comparaggio

FA PARTE DEL CODICE DEONTOLOGICO E ETICO DEL GIORNALISTA INVESTIGATIVO DELLE (ILARIA) ALPI:-
Carta dei doveri

ART 70) La rettifica delle notizie inesatte o ritenute lesive degli interessi delle persone coinvolte costituisce diritto inviolabile di ogni cittadino ed è protetto dalla legge. I giornalisti investigativi e gli organi di informazione qualificati considerano il diritto di rettifica e diritto di replica tra i loro fondamentali vincoli etici.

ART 45) Il giornalista investigativo deve rispettare, coltivare e difendere il diritto all'informazione di tutti i cittadini; per questo ricerca e diffonde ogni notizia o informazione che egli ritenga di pubblico interesse, nel rispetto della verità dei fatti e con la maggiore accuratezza documentale possibile.

ART 50) La responsabilità del giornalista investigativo nei confronti dei cittadini prevale sempre nei confronti di qualsiasi altra. Il giornalista non può mai subordinarla ad interessi di altri e particolarmente a quelli dell'editore, del governo o di altri organismi dello stato.

Prologo: Il protagonista della vicenda nefanda di settembre 2009 fui io e chiesi di persona Diritto di Replica (o Diritto di Rettifica) alla redazione già a fine 2009 quando il Trentino aveva ancora una sede a Rovereto; ad oggi riferiscono che la sede a Rovereto è chiusa a differenza di quella de l’Adige che è ancora confinante e operativa. Alcuni roveretani vociferano che si sono trasferiti al campo nomadi in località Lavini di Marco nelle roulotte e aggiornano la rispettiva pagina fb del giornale Trentino da lì. Nell’articolo ci sono cose fuorvianti e sbagliate; in tale 2009 asserirono (Zanin) che non essendoci nomi e cognomi, a parer loro, tale diritto non era proprio auspicabile. I nomi dei protagonisti e degli antagonisti li metterò io nella mia replica online tutti storpiati di proposito; ad oggi, dopo il caso Soricelli di dicembre 2016 me ne foxxo (tt). Finii per replicare su di uno mio spazio web, scrivendo un lungo poema omerico causa inesperienza e ignoranza perfino delle basilari 5W (chi dove come quando perché).

In essa è presente anche un accenno agli attentati a Kabul del 19 settembre 2009 perché colto di sorpresa, dovetti combattere la mia di battaglia con sangue freddo (Si vis pacem para bellum). Sarà il 23 settembre che andrà in stampa questo articolo che mi verrà coerentemente segnalato dal ragioniere Paolo Roat una volta terminata l'ingiusta detenzione. A novembre 2009 avremo una pizza in 6 (sei): io & la mia ex morosa bionda (a sx), la signora Catterina Verona & il suo compagno, l'avvocato Claudio Severini & il ragioniere Paolo Roat con addosso una vistosa t-shirt gialla del suo CCDU. Una gran bella seratina in ottima compagnia in pizzeria Ghiottone a mAla.

Mesi dopo, tal Emanuela Di Lernia (la stessa del caso Soricelli di ottobre/dicembre 2016 e che ha promesso un TSO a Madame Catterina nel mese di maggio 2016) chiedeva in ambulatorio cosa ci facessimo in una pizzeria tutti assieme e perché avevo ingaggiato CCDU. Il paese è piccolo e la gente mormora. Forse è stata la t-shirt gialla di Paolo ad attirare ancor più attenzioni morbose della città di mAla e delle malelingue. Anche questo particolare dell' «Intelligence psichiatrica» (spie) ben peggiore dell'OSA verrà denunciata online e riferita al Ragioniere che è un uomo che prende subito nota sul quadernino come i Carabinieri e come me. Come prenderà nota del fatto che sulla bacheca nei corridoi del CSM a Rovereto, tal messere Roberto Pergher (che nel 2009/10 fu Primario Provvisorio pensione di →Giacomo di Marco←) appendeva fotocopie di un articolo de L'Espresso dal titolo: La Ragnatela Scientology fotocopiata dal cartaceo. Ad oggi immettendo tale titolo si trova ancora la versione online datata 23 settembre 2009. Inoltre fornivano ad altre persone che frequentavano tale CSM di Rovereto e/o ai parenti fotocopie (pagate dai noi contribuenti) sui famigerati Scientology collegati a CCDU onlus e predicando alla loro maniera sugli infedeli della Chiesa di Hubbard accerima nemica della loro Chiesa Psichiatrica ubicata nel loro Monastero proprio a fianco della Chiesa Di Santa Maria del Carmine a Rovereto. Ne sono ancora in possesso e non scordo come tali preti psichiatrici facevano «conferenza» sugli Scientology (come li chiamano loro) e non certo spiegando cosa erano e sono CCDU e soprattutto Telefono Viola di Coppola (wikipedia) e cosa è il MoVimento Antipsichiatria nato nel 1920 ca e perché nacque. Esiste anche l'Antimafia ed è nata con un preciso scopo come l'Antipsichiatria.  E questa è storia ragazzi! Questa è crono-storia e «historia di vita-æ» documentata, perché oramai c'è un uomo che è come il figlio del giornalista Perozzi di Firenze:« Vede tutto, nota tutto e scrive tutto»!

3 maggio 2016 PCN : Emanuela Di Lernia (che mi ha promesso un TSO)

La sintesi il più stringata possibile della replica e rettifica all’articolo andato in stampa il 23:-

Rovereto - Verso le 10:35 AM del 17 settembre 2009 entravo nel reparto di primo intervento (Pronto Soccorso) perché in mattinata, mentre mi accingevo a spostare un giradischi Technics 1210 del peso di 12 KG, uno strano «ronzìo» che da molti anni scatta come se "un qualcuno" lo possa attivare, alzare, abbassare di frequenza, rumore ed intensità a distanza, si impennava proprio mentre ero sul difficile generando una "scossa elettrica" nell'emisfero destro. Rischiando di farlo cadere e di sfasciarlo, mi schiacciavo una mano per attutire l'urto. La mano si gonfiava a dismisura, in specifica il mignolo che non riuscivo più a muovere. Mi recai al Pronto Soccorso con la mano vistosamente gonfia temendo micro frattura al mignolino.

Da diverso tempo avevo mandato a quel paese il CSM di Rovereto e non potevo sapere che tale reparto aveva lasciato disposizioni su tutti i computer dell'Azienda Sanitaria Locale (ASL) di essere subito contattati qualora mi fossi presentato per qualsiasi eventualità in un qualsiasi posto dell'ospedale. Del tutto ignaro di tali disposizioni «da DIGOS», la psichiatra Emanuela di Lernia (la stessa di Messer Soricelli e di Madame Catterina), avvisata dalla collega dott.ssa Maria Rosaria Ragusa del PS, si precipitò facendosi ben 150 metri tra scale e corridoi per giungere dall'ala nord (CSM) all'ala sud (Pronto Soccorso). All'esterno dell'ospedale c'è un cartello visibile che mostra matematicamente la distanza dall'ala nord all'ala sud che è proprio di 150 metri. Venne solo per velleità e ripicche personali per infliggermi un TSO immotivato e illegale perché maleducatamente l'avevo mandata affancxxx sgarbatamente da molto tempo sbattendo la porta.

Nonostante 3 giorni di prognosi (come da referto) della paziente e premurosa dr.sa Ragusa del PS e con una mano tutta bendata e fasciata unta di crema (nessuna micro frattura al mignolo), una volta resomi conto di ciò che non poteva capire la buona, graziosa e inconsapevole dott.ssa Maria Rosaria Ragusa, telefonai all’Avvocato Severini, il quale prese nota e chiamò il Ragionere Roat. Fui costretto a farmi trasportare nella SPDC ad Arco senza opporre resistenza, ma guardando Emanuela fissa negli occhi che mostrava sorriso malizioso e pungente. Ne nacque questo articolo di giornale che a tratti è fuorviante e privo di replica, ma utile alla causa. Renzo de Stefani -menzionato nell'articolo- è un altro fanfarone fuori luogo perché i dolori al CU destro (condotto uditivo) non sono e non erano per nulla immaginari e a parer mio la replica era congrua e da conseguire ad opera di chi ha scritto l'articolo che comunque torna utile per rimarcare che fu veramente una gran baldraccata Aziendale ASL perché anche le novizie del PS, nonostante fin troppa premura e professionalità possono essere manovrate come manichini/burattini da furbette in carriera prossime alla pensione proprio come i vigili e i sindaci. Ed oggi abbiamo un giovane classe 1981 (Luca Soricelli) che stufo di tali baldraccate psichiatriche e incatenato al CSM solo per avere il certificato da esibire alla Commissione Patenti (altra banda di criminali col camice bianco che non ha nulla di Ippocrate,ma solo di Burocrate) ha messo in atto ciò che potevo fare io allora anziché con la motosega (come da suo ultimo messaggio fb), con il seghetto alternativo. Sono fortunati che invece di incendiare un distributore come atto dimostrativo, Luca non abbia bruciato il loro CSM tirandogli bombe molotov come accadde a Odessa in Ukraina nel 2014. Se non frequenti il loro CSM niente certificato per il rinnovo patente. Altra maialata da Provinciali perché non possono capire che di tale cavillo burocratico ne abusano per costringe le persone a sottomettersi ai preti e pretesse della Chiesa Psichiatrica e poi esplodono. Se si dovessero registrare altri attentati è logico che tale cavillo della Patente Psichiatrizzata và riformato immediatamente come suggerito all'attivista Gabriella Maffioletti. Sarebbe meglio che ci pensassero fin da ora, ma è logico che lasceranno che altri/e continuino ad immolarsi pieni di ira per poi chiamarli terroristi come fossero cellule dell’ISIS o di Al-quaeda. Chi ha invaso Afhghanistan, Iraq e poi Siria con la scusa del 911 in un inside Job? Gli angloamericani!

Documento Vigili Urbani firmato dal Comandante Gianni Pollo

L'errore della data di nascita ad opera dei Vigili Urbani manovrati come manichini, solo perché tantissime persone hanno ancora il vizio di scrivere la data di sei cifre e non in otto cifre. Meglio scriverla sempre di 8 (otto), piuttosto che di 4 o 5 o 6. Abbiamo già rischiato il Millennium Bug nella notte di San Silvestro del 31/12/1999 e proprio per pigrizia e lassismo. Quella lezione di vita non ha ancora sortito i giusti effetti. Io e altri amici/che quella notte in cui giunse il III° millennio, avevamo all’evenienza una torcia elettrica in tasca se si fosse bloccato tutto ed abbiamo imparato un'altra lezione!

Nella loro documentazione ho inoltre trovato:

  • SESSO: F

  • Professione: PENSIONATO

  • Nato: 27-01-2007 (c’è il documento visibile dei Vigili chiamati solo per vendetta e manovrati come burattini)

Praticamente sono diventato una bambina di 2 anni già meritevole della pensione nonostante la Legge Fornero. Sia chiaro che non beneficio di alcuna pensione o sussidio. Ho un libretto di lavoro con diverse esperienze lavorative e delle referenze scritte dall'Hotel Alaska (Folgarida) oltre ad aver lavorato ad Hamburg (Deutschland). Ho inoltre un documento in cui mi avrebbero assunto al Gran Hotel Trento 4 o 5 stelle dopo aver superato le selezioni e non assumerebbero il primo che passa,ma poi rifituai io. Mi hanno inoltre inviato a casa per mero errore la documentazione del signor Tullio BERTAIOLLA di Riva del Garda che non sò nemmeno chi sia, ho accertato con la GdF di Rovereto che hanno pure perso documenti agli atti su appuntamento concordato col Direttore Sanitario Luca FABBRI, e ne hanno combinate di tutti i colori peggio di Pierino oltre a falsare le carte. E’ logico che una persona sensata non può altro che scappare più veloce di Speedy Gonzales e stare alla larga il più possibile da tutta la loro ASL. La dott.ssa Ragusa ha segnato 3 giorni di prognosi ed hanno scritto senza alcuna mia firma soto dettatura della vecchia arpia:«Non frequenta Centro e non assume terapia» e l'ha pure firmata. Affari suoi. Se passerà di qui si farà un esamino di coscienza e in futuro eviterà di farsi manovrare come un manichino, idem i vigili. Ovvio. Li ho mandati affacxxx e lo metto di nuovo a verbale e sempre li manderò affancxxx visto che ho somatizzato e documentato tutte le loro coglionate. Chi non li manderebbe affancxxx? Più l’articolo del quotidiano + la mia replica di mio pugno + la sig.ra Caterina + il caso Luca Soricelli chi volete che segua Vostra Chiesa psichiatrica gestita dall'Arcivescovo Monsignor Renzo De Stefani o si rivolga alla Vostra ASL che è una specie di fabbrica o Azienda a differenza della USL e che tratta la gente fossero loro dipendenti o matricole aziendali o oggetto o cosa? Solo un folle seguirebbe tali cialtronierie e sono menzionieri, falsificatori, si perdono carte, atteggiamenti criminali e con un Renzo De Stefani pronto a parare il cuxx manco fosse il nuovo Luigi Bressan di tale loro Chiesa Psichiatrica. Senza tralasciare la campagna mediatica sui vaccini & antivax a cui assisto dal 2015/16 con novelli genitori senza possibilità di scelta. 

Se a Rovereto i NAS funzionassero, li avrebbero già bloccati e svolto indagini mirate & intercettazioni. Pietro Bisanti sul Fatto quotidiano del 21 febbraio 2017 è stato duro e fin troppo chiaro. E meno male che l’ART 14 dei Diritti del Cittadino dice: DIRITTO ALLA RIPARAZIONE DEI TORTI Ogni cittadino ha diritto, di fronte ad una violazione subita, alla riparazione del torto subito in tempi brevi e in misura congrua.

Successivamente, molto tempo dopo, ho misurato più volte in uno studio privato dall'ottorino ciò che è diagnosticato ufficialmente come ACUFENE SOGGETTIVO DA CAMPO MAGNETICO. Si si, ho scritto corretto. La diagnosi definitiva è proprio questa ed è agli atti perché questa è la diagnosi ufficiale completa che infatti si trova su più documenti di ambulatori privati ed anche della pubblica ASL, la quale, ha una TREC che si può bucare (hackerare) e alla quale inoltre possono accedere malintenzionati col camice bianco nonostante io e molti cittadini non abbiano firmato loro nessun consenso informato che tra l’altro, al pari di una delega si può sempre ripudiare in un secondo momento una volta che ci si rende conto che ti/ci hanno infinocchiati. I documenti buonissimi dei medici privati non li dò proprio a nessuno e lo metto sempre a riga. Parenti e medico di base non devono averne copia. Si fa notare che mi sono sempre rifiutato di firmare il consenso firmato che proprio Emanuela Di Lernia voleva a tutti costi farmi autografare ed è stato più volte scritto con Istruttoria alla ASL. Quindi tecnicamente è tutto ulteriormente illegale se non c’è firma. Per chi non lo sapesse, su di una multa (ammenda) o un verbale invece di firmare si può scrivere in stampatello: Si rifiuta di firmare,ma riceve copia” oppure "si rifiuta di firmare e chiede copia". Chiunque leggesse si faccia spiegare questa dicitura invece di firmare senza leggere poiché Toghe, Camici Bianchi e Divise lo sanno, ma non te lo vengono a dire. Solo Bisanti Pietro te lo farebbe presente sul suo blog.

Ai massimi picchi, con misurazioni dell'ottorino, tale acufene soggettivo da campo magnetico giunge oltre gli 8.500 herz, genera ipertermia, dolori acuminanti, scosse elettriche problemi equilibrio (allargo le braccia istintivamente), rigonfiamento occhio destro, linfonodi sempre vicino all’orecchio, otiti infiammatorie, arrossamenti interni, dermatite sulla guancia destra perché scalda e disidrata la pelle e altro ancora e prosegue da novembre 2007. Tutto documentato. L'unica cosa che sono stati capaci di fare a Rovereto è stata di continuare a dare antidolorifici, antibiotici, cortisonici fino a farmi arrivare a 140 chili e mai a collaborare ai fini utili di indagine in modo da determinarne le vere cause scatenanti. Ho effettuato autonomamente misurazioni con strumento scientifico ACECO il quale accerta anomalie evidenti solo a ricercatori e medici seri (o a muckraker e giornalisti scientifici come Jane Bürgermeister) e non certo a strampalati meduncoli di paese troppo impegnati a vendere pastiglie, vendere diagnosi e dichiarazioni farlocche, come lo stesso Renzo che doveva parare il cuxx alla solita «dott.ssa Di lErnia al disco in lombosciatalgia sacrale prematurata antani a sinistra» e alla sua cerchia. E questo lo confermerebbero anche il Professor Sassaroli famoso luminario di medicina al bar del Necchi, frequentato da «amici miei» come il giornalista Perozzi, l'Architetto Melandri e il Conte Mascetti (foto a dx).

N.B. ««« Emanuela di Lernia ha promesso un TSO alla sig.ra Caterina Verona (Porta Nuova) ed è implicata nell'istigazione suicidio di Luca Sorricelli. E così, ufficiosamente adesso siamo in 3 (tre) ad additarla. Sono sufficienti per un esponente? Possibile che anche per il Caso MastroGiovanni un medico già condannato abbia poi contribuito a far morire un altro degente del Cilento? »»»

Ciò che scriveva CCDU nel 2009 con interrogazione regionale del Consigliere Regionale Mauro Delladio (a dx) è corretto: TSO immotivati e aggiungo io, inflitti come coercizione per riportare chi li ha mandati affancuxx di nuovo sotto la loro ala in una forma di circonvenzione coercitiva (ART 613bis) con metodi simili alla Chiesa di Geova Dio che quando registra apostati usa metodi sofisticati per riportarli all’ovile. Cercati chi sono gli apostati di tale altra chiesa. D’altronde stiamo parlando di una chiesa ben peggiore e che ha metodi similari: la chiesa Psichiatrica. Non avrai altro Dio all’infuori di me! E Il Consigliere Regionale Mauro Delladio di Trento aveva ben ragione in tale 2009 a segnalare che non effettuato indagini serie sulle concause scatenanti, ma si limitano a «tamponare» con vagonate di pastiglie e goccioline o punture ciò che è perfino un problema di salute fisiologico e non psicologico.

Secondo la risposta all’interrogazione del consigliere provinciale Mauro Delladio, nel periodo gennaio 2008- febbraio 2009 i pazienti che devono presentarsi regolarmente per una puntura di psicofarmaci a rilascio graduale o per la somministrazione forzata di psicofarmaci sono ben 397 solo nelle prime tre unità operative. I dati delle unità operative 4 e 5 (Rovereto, Arco, ecc.) non sono pervenuti, proprio dalle zone in cui, sempre secondo lo stesso documento, nel corso del 2008 sono stati effettuati ben 22 TSO rispetto ai “soli” 10 di Trento. (...)

Si fa inoltre notare che su accessi al Pronto Soccorso causa dolori acuminanti (dolore acuto) compare sempre: acufene soggettivo dx con #ronzio persistente. Mi venne inflitto il farmaco Risperdal. Sul foglietto illustrativo di tale farmaco (a sx), tra gli effetti collaterali compare che può provocare “ronzio nelle orecchie". Invito Sir Massimo F. che è una persona attenta e meticolosa come la attivista Gabriella Maffioletti a verificare tale bugiardino della scatola del farmaco in questione seppur lunghissimo. Qui c'è una scansione della parte interessata. Si trova proprio in fondo al bugiardino nella parte a sinistra. Genera anche problemi al ciclo mestruale come si può notare. E se in base ai loro documenti sono diventato una bambina di 2 anni pensionata è ancora più sconsigliato!

DOLORE E RONZIO NELL’ORECCHIO DX. IL DOLORE ERA ACUTO E NON MEDIO, MA ORAMAI LASCIAMO STARE. UN DOCUMENTO A CASO DEL PS DI ROVERETO:

Fatta notare questo dettaglio a tale branca medica, ancora asserivano che devo prenderlo tale riprasidone (risperdal). Ed invece ad averlo eliminato da anni, io ho molti meno problemi fisiologici e nessun accesso all’ospedale (PS o Guardia Medica), perché io ho problemi al CU (condotto uditivo) che sono FISIOLOGICI e non PSICOLOGICI. Spero sia chiara la differenza, comunque c’è un interessante articolo di una madre statunitensi di origini italiane che lavorò per la NASA. L'esempio che formulavo loro, fu che assumere tale farmaco sarebbe come dare zucchero a un diabetico ed è completamente sbagliato perché il primo medico è sè stesso e te ne accorgi che peggiora le cose. E’ solo un banale esempio, una metafora, un accostamento, un paragone,ma formulato ad uno dei tanti otorini privati, tale dottor Silvano PROSSER di Rovereto specialista in Otorinolaringoiatria, dopo altri esami medici, asserì subito la stessa cosa dopo avergli io fatto notare il bugiardino sottolineato e ciò che riportavano i loro stessi documenti ASL con la stessa parola: "ronzio". Cosi l'ottorino telefonò loro chiedendo se fossero matti ad insistere perché effettivamente il mio esempio del diabetico a cui sommistri zuccherò lo convinse appieno ed ha la specifica di Otorinolaringoiatria mica di psichiatra pseudoscienza. Nulla da fare. Insistevano, poi volevano infliggere chissà quale altra porcheria chimica cambiando farmaco e li ho mandati di nuovo affancuxx e quando e se telefonano rispondo loro: "Grazie dottor, ma non compro niente. Siamo abituati a fare la spesa al supermercato o nella cooperativa di paese e non in farmacia"!

Pezzi di emme che stanno seduti in cattedra a far carte marze, a inventarsele di sana pianta, si fanno dar ragione dall’Arcivescovo Renzo de Stefani, operano ricatti e vendette, vendono vagonate di ricette e pastiglie senza nessuna pertinenza scientifica, diagnosi farlocche in stile Aldo Semerari (wikipedia) fanno girare i maroni a parecchia gente che piuttosto di frequentarli ancora preferisce suicidarsi come Holly la minorenne di RTTR ALTO ADIGE del 1° agosto 2015. Dei veri «scienziati» come spiega lo psicologo di Trento Giuseppe Raspadori in una sua citazione famosa ed io li ho proprio mandati al diavolo.

Dottor Giuseppe Raspadori psicologo di Trento: “La psichiatria è l'unico campo, si badi bene, in cui avviene che uno «scienziato» possa permettersi il lusso di diagnosticare una patologia grave e un altro suo pari affermare che la stessa persona è perfettamente sana. Non avviene in nessun altro campo della medicina. Ma nessuno batte ciglio, o osa chiedere i danni di tanto arbitrio, o mandare tutti al diavolo.”

N.B. successivamente da ecografi privati ho riscontrato corpi estranei ipersonici millimetrici di natura non biologica millimetrici (da referti) che in base al corretto protocollo medico scientifico andrebbero asportati chirurgicamente, passati ad anatomopatologo per effettuare esami istologici e determinarne gli isotopi. E questa si che è scienza con il corretto protocollo medico scientifico. Inutile che chiedano le ecografie o altra documentazione pertinente perché gli rifilo un 2 di picche. Se proprio proprio, te le porto, te le mostro, ti mostro anche il referto dettagliato dell'ecografo privato e me le riporto a casa perché non si può dare nulla alla ASL visti i trascorsi e chi vi può accedere e certa gente non finisce nei documentari di 45 minuti per puro caso!

Non mi sento differente da questa madre che aveva lavorato per la NASA visto che ho dovuto comprarmi strumenti ACECO e frequentare ambulatori privati di otorini e altre vere branche mediche, o ricercatori pagando perfino più di 100 €uro ogni volta, ma sicuramente più competenti. A loro non darò mai la documentazione sensata e corretta ed ho barrato ai privati che non voglio assolutamente che giungano copie a nessuno nel consenso informato di ogni visita privata di cui ho copia solo io proprio perché negli archivi ASL vi accedono tutti e vi sono perfino coglionate evidenti scritte apposta da psichiatrici vendicativi che come evidenzia Raspadori di Trento sono «pseudoscienziati» e privi di alcun elemento oggettivo e non sono di certo l'unico che fa queste amare scoperte col tempo.

25 settembre 2015 - Monza - "Suo figlio è schizofrenico", mamma trova la cura: era faringite. Diciassette giorni in un reparto psichiatrico e una diagnosi dura da digerire: schizofrenia. La madre però non si fida dei medici e scopre da sola la causa della malattia: un'infezione da streptococco piuttosto rara. Diciassette giorni in un reparto psichiatrico e una diagnosi dura da digerire per un ragazzino di dodici anni: schizofrenia. E invece no. Si trattava di una semplice - seppure rara - forma di faringite da streptococco, guaribile con un normale antibiotico. A scoprire tutto la madre del ragazzo, Loretta Falcone, una statunitense di origini italiane con un passato da ricercatrice alla #Nasa. Ma andiamo con ordine. Dopo il verdetto dei medici, la "mamma scienziata" studia notte e giorno tutti i più recenti articoli scientifici sui sintomi che suo figlio mostrava. "I sintomi (angoscia e disturbi ossessivo-compulsivi, come la mania di lavarsi continuamente le mani) - spiega la donna a Repubblica - si erano manifestati all'improvviso dopo una faringite. Dopo 5 giorni mi sono imbattuta nella Pandas’ ma i medici del San Gerardo hanno detto che non potevano credere che un batterio potesse causare quel danno e si sono rifiutati di fargli il tampone faringeo, un esame che costa 9 euro". Scoperta nel 1988 la sindrome Pandas (acronimo di 'disturbi neuropsichiatrici infantili autoimmuni associati a infezioni da streptococco') conta circa 150 ceppi, ma una cinquantina di essi - spiega Repubblica - "può dare origine alla sindrome di cui è rimasto vittima il 12enne". "La cosa incredibile - racconta la mamma - è che il bambino ha trascorso 17 giorni nel reparto psichiatrico dell'ospedale San Gerardo di Monza, quando sarebbe bastato un tampone faringeo per scoprire che la causa dei sintomi era un batterio, e sarebbe bastato un 'banale' antibiotico per guarire". Fonte : http://www.today.it/cronaca/schizofrenia-sindrome-pandas.html

Dulcis in fundo:

  • La mia patente ha 30 punti

  • La mia RCAuto è di prima categoria

  • Ho 11/10 per occhio

  • Ho una marea di interventi in messa sicurezza strade e ho chiesto all'ingegner Ivo Erler VdF la verifica:

ho dovuto soccorrere incidentati e dirigere i primi lavori di soccorso, segnalare animali selvatici investiti da altri e in 2 casi, dei distratti hanno smarrito la targa, stalattiti pericolose da far abbattere, autostoppisti raccattati ovunque perché delle 3 Virtù Teologali, la più importante è la Carità. Non ho mica capito perché devo andare a piedi e loro hanno perfino il portaborse. Vorrei mai che va a finire come per Luca Soricelli visto che certe «risorse trentine» anti-sBoldriniane sono finite in anarchia. Avendoli buttati su giornali e mandati affncxxx ho un’altra baldraccata aziendale ASL in cui dovrei frequentarli solo per avere uno stupido certificato senza tenere conto che con tale punteggio piuttosto alto, qualcosa di assolutamente losco e incongruo c’è per una persona dotata di senso civico, intelletto, intuito e istinto. Fino a quando non imbracci il seghetto alternativo o la motosega e invii solo esposti e istanze non si muove nulla. Se bisogna far danni, vedremo di organizzarci. Si fa presente che sulla mia auto c’è un’accetta, una taglierina e altri gadget e l’assicurazione è scaduta il 31 agosto 2017. Anticipatamente siete accusati di 414cp e 580cp con missiva A/R e ci penseranno i «compagni di camerata» autistici a vendicarmi se succede qualcosa! Complimenti. Avete creato un altrorché Tipo con le Vostre Burocratiche Baldraccate Aziendali ASL da provinciali perché certa gente non sta legata alla catena dei tuoi vaccini e dei tuoi farmaci messi in piedi dai lobbisti della farmamafia!

Missiva Disdetta anticipata RC Auto causa «Bracalonaggio» delle Commissioni Patenti

Cit: «Diviti et Impera con Panem et Circenes (et  #pastiglies-es
Cit: «Quis custodiet ipsos custodes? Honestus liber/I3II3LO vitae est!»
Cit: «Imperare Sibi erché Animum debes mutare non caelum»
Di nuovo grazie al sommo Mastro Ivaldo del Nunc est Bibendum di Rovereto (gemellato in antani a sx col bar del Necchi) per aver contribuito a creare un mostriciattolo che mixa locuzioni dei latini e che legge e scrive come il figlio del giornalista Perozzi.
#nonsipuomorirecosi
#nonsipuomorirecosi
#nonsipuomorirecosi
PART 2 IN UN UNICO TOPIC

——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
††††††††††††  ††††††††††††  ††††††††††††
††††††††††††  ††††††††††††  ††††††††††††
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-
——-††††——- ——-††††——- ——-††††——-

►CONDIVIDI il Video Pubblicato il 16 ago 2017 e la lista dei decessi.
5 Omicidi Italiani in Psichiatria compresa una donna #incinta a Milano!!!

https://www.youtube.com/watch?v=1VQpZGWAi2k

Da sinistra verso destra: Andrea Soldi (Torino), Massimiliano Malzone (Cilento), Mauro Guerra (Padova), Francesco Mastrogiovanni (Salerno), Giuseppe Casu (Cagliari). Collage dello ZIO GIUSEPPE BUCALO

[( ✚ 01 )] 2009 _ Francesco Franco Mastrogiovanni 58 anni di Castelnuovo Cilento deceduto il 4 agosto 2009 a Vallo della Lucania (Salerno); cantava canzoni su di una spiaggia in piena estate e solo per tal motivo venne internato in regime TSO. Morirà dopo ben 87 ORE di contenzione ad un letto. Il suo decesso orribile mostrato a RAITRE, darà il via all'anti-omertà antimafia sui decessi in psichiatria e via via anche a potenziali istigazioni suicidio (ART. 580 codice penale) che vengono sempre taciuti per vergogna, ignoranza (parenti e amici), lassismo istituzioni e falso perbenismo. L'ariete su tali crimini taciuti, sarà proprio il martirio di Francesco a RAITRE nonostante a Cagliari si fosse verificato ancora nel 2006 la morte di Giuseppe Casu con similitudini inequivocabili. Resterà sempre in vetta alla lista per tal motivo. Fu lui grazie alla determinazione di parenti e testimoni sulla spiaggia che immortalarono la scena con i vigili ad abbattere i muri dell'ignoranza, dell'ingenuità dell'omertà e di quell'insensata vergogna dei parenti e amici che agevolano gli psichiatri nel metter tutto a tacere alla svelta e farla franca per mancanza di denuncia e conseguente indagine.

► I familiari hanno sporto denuncia e alcuni medici e infermieri sono stati condannati in via definitiva.

La lista è ancora in fase allestimento e non è in ordine cronologico o alfabetico o per regione, ma casuale.

[( ✚ 02 )] 2006 _ Giuseppe Casu (Cagliari) deceduto il 22 giugno 2006 dopo essere rimasto legato al letto per ben 7 giorni. Molto più di Francesco Mastrogiovanni.

► I familiari hanno sporto denuncia.

[( ✚ 03 )] 2015 _ Massimiliano Malzone 39 anni (o 41? fonti discordanti) di Agnone Cilento la principale frazione di Montecorice in provincia di Salerno deceduto 8 giugno 2015. Il medico che avvisa Adele della morte del fratello è lo stesso già condannato a 4 anni in primo grado per il decesso di Mastrogiovanni con l’accusa di sequestro di persona, morte come conseguenza di altro reato e falso ideologico, per non aver annotato la contenzione meccanica nella cartella clinica. Due storie diverse, ma con tratti comuni. Entrambi cilentani, entrambi morti durante un TSO. Entrambi durante il ricovero, tenuti lontani dai propri cari. In comune anche un medico a cui muore per la seconda volta un degente.

[( ✚ 04 )] 2016 _ Claudia Bordoni 36 anni di Grosio provincia di Sondrio incinta di 2 gemelle deceduta il 28 aprile 2016 nella clinica Mangiagalli di Milano.

► I familiari hanno sporto denuncia.

[( ✚ 05 )] 2015 _ Mauro Guerra 32 anni di Sant'Urbano (Padova) deceduto in mutande con un solo colpo di pistola sparato da 150cm di distanza da un mar.llo (o luogotenente? fonti discordanti) dei carabinieri accompagnato da un brigadiere in data 29 luglio 2015 nella vicina frazione di Carmignano. Voleva convalidare un TSO illegale sulla base di mere segnalazioni menzionate al TG, senza ASO e quindi senza rispettare alcuna procedura e regolamento. In una calda giornata estiva gli piombavano in casa come «camicie nere bordate di rosso»; egli indossava le sole mutande e nessuno della famiglia era in casa. Tutti al lavoro in base alle interviste a caldo dei familiari sgomenti, increduli, addolorati, ammutoliti e rientrati apposta. A distanza di un mese morirà Andrea Soldi che verrà strangolato dai Vigili Urbani a Torino. Due storie diverse, ma entrambi soppressi da criminali in divisa ed entrambi del nord.

►I familiari (in vetta il padre) hanno sporto denuncia. C’è un Tg in rete.

[( ✚ 06 )] 2015 _ Andrea Soldi 45 anni (Torino) deceduto per "strangolamento atipico" il 5 agosto 2015 in Piazza Umbria a Torino.

► I familiari hanno sporto denuncia

[( ✚ 07 )] 2015 _ Nicola Sansonne di 24 anni di Grantorto (prov. Padova), morto a gennaio 2015 mentre si trovava ricoverato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Cittadella (Padova) con il primo azzardato responso di arresto cardiocircolatorio.

►I familiari hanno sporto denuncia.

[( ✚ 08 )] 2017 _ F.T. di anni 35 di Capizzaglie (Lamezia Terme), deceduto nel maggio 2017 in TSO.

► I familiari di etnia ROM non hanno sporto denuncia e sono stati chiamati Carabinieri e Vigili per allontanare gli iracondi parenti dal reparto di psichiatria.

[( ✚ 09 )] 2014 _ S.M, 46 anni di San Cataldo (Caltanissetta). Giunge con forti dolori all'addome e muore nel reparto di psichiatria dell’ospedale S.Elia nel novembre 2014.

►I familiari sporgono denuncia.

[( ✚ 10 )] 2015 _ Amedeo Testamarta 49 anni imprenditore di Penna San Giovanni (Macerata), deceduto sabato 11 luglio 2015 in ambulanza durante un TSO.

[( ✚ 11 )] 2016 _ Carlo Vitolo 40 anni di Agropoli (Salerno) deceduto a marzo 2016 in psichiatria ospedale “Santissima Annunziata” di Sant’Arsenio. Dodici (o sedici?) avvisi di conclusione indagine per medici e infermieri nelle Province di Caserta, Potenza e Salerno dai militari della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina guidati dal Tenente Davide Acquaviva. Tra i medici "avvisati" anche tre già condannati dai giudici per il caso di Franco Mastrogiovanni.

[( ✚ 12 )] 2016 _ Luca Soricelli 35 anni di #Rovereto deceduto la notte tra il 16 e il 17 dicembre 2016 nel carcere a Spini di Gardolo a Trento causa istigazione alla violenza (414 cp) e istigazione suicidio (580 cp) acutizzata da Emanuela Di Lernia classe 1958, una famosa psichiatra autoritaria megera e scompensata di Rovereto. Dapprima il 19 ottobre 2016 lasciava un messaggio fb (a dx) in cui si dichiarava senza uscita perché privato delle patenti superiori, incollocabile al lavoro, agli sgoccioli economicamente e incapace di togliersi le meschine «attenzioni psichiatriche» e nauseabondo era pronto ad imbracciare la motosega (vedi messaggio), alle 2 di notte del 13 dicembre 2016 passava dalle parole ai fatti bruciando in un atto dimostrativo scomposto e disordinato un distributore di benzina a Rovereto finendo per impiccarsi in carcere a Trento oramai totalmente remissivo verso qualunque camice bianco autoritario e malsano e senza spiccicare più una parola nemmeno con l’Avvocato Alessandra Zoccatelli classe 1979 o in aula davanti al giudice. Scavando a fondo negli archivi si accerterebbe che la psichiatra roveretana nata a Como nel 1958 è recidiva al pari di altri colleghi dei reparto di Rovereto e Arco (prov. Trento).

►Il fratello coerentemente e coraggiosamente, dopo comprensibile titubanza generata dal forte impatto mediatico ha sporto denuncia di chiarimento alla Procura attraverso l'avvocato Stefano Trinco subentrato all'Avvocato Alessandra Zoccatelli intervistata da RTTR il 19 dicembre 2016 dal titolo: Una tragedia evitabile. Si registrano inoltre sporadici casi di decessi nella SPDC di Arco (TN) e altri suicidi sospetti indagati timidamente dalla redazione di RTTR La Televisione TRENTO ancora nel ►2003/04 (Marica Terraneo?) e successivamente, in data 1 agosto 2015 ha creato un servizio su una minore (Holly) che era pronta al ►suicidio (580 c.p.) pur di non avere più rapporti con la psichiatria e con le comunità pseudo-terapeutiche. Il filmato è presente sulla pagina fb altoatesina con brillante intervista alla minore salvata in tempo anche grazie ad un'umana giornalista di RTTR che le ha donato un'ottima intervista e che e riproponiamo qui. [*Sempre e solo RTTR si interessa a queste cose in Trentino Alto-Adige cercando di fare approfondimenti mirati e umani dando voce a chi non a voce? RTTR:«Esiste un fascicolo in procura . Le carte che abbiamo in mano sono da pelle d'oca.La ragazza è stata salvata all'ultimo momento»].

https://www.facebook.com/502727856452797/videos/965162126876032/

[( ✚ 13 )] 2002 _ Una donna di 62 anni deceduta nella psichiatria di Arco (Trento) nel 2002 causa disfagia da accanimento terapeutico farmacologico durante l'ora di pranzo. Verrà stesa nella sala da pranzo della SPCD arcense con un lenzuolo sul volto di fronte a tutti i degenti che fungeranno da testimoni oculari. Era piena di roba hALDOl?!

[( ✚ 14 )] 2015 _ Un uomo di 78 anni è deceduto a settembre 2015 nella psichiatria di Borgo Valsugana (Trento) mentre cercava di scappare dal reparto calandosi dalla finestra con delle lenzuola annodate. (Fonte: Trentino)

[( ✚ 15 )] 2017 _ Fabio Tozzi di anni 48 di Sampierdarena (Genova) deceduto nell'agosto 2017 in TSO

[( ✚ 16 )] 2016 _ Antonio Scaletta 52 anni di Sassari (sardegna) deceduto il 18 novembre 2016 a Mantova (lombardia)

[( ✚ 17 )] 2014 _ Roberto Fabbricatore di anni 41 di Bisignano (Cosenza) deceduto a febbraio 2014 [( ✚ 18 )] 2012 _ Una donna, M.C. di 40 anni è morta nel reparto di psichiatria dell'ospedale dell'Annunziata di Cosenza nel maggio 2012

[( ✚ 19 )] 2016 maggio - Due decessi inquietanti a Lamezia Terme e Benevento. Il 43enne deceduto, è il quarto paziente del Dipartimento di Salute Mentale di Benevento (DSM) che muore dall’inizio dell’anno – quasi 1 paziente al mese – senza contare l’87enne che è finito giù da una finestra dell’ospedale Civile al pari del 78enne nella SPDC a Borgo Valsugana (Trento) nel 2015.

[( ✚ 20 )] 2012 _ Ben 12 decessi a Milano per (induzione? istigazione?) suicidio con una missiva agli atti inviata dall’Associazione dagli Appennini alla Ande al PM Edmondo Bruto Liberati (nella foto dx) in cui gli si spiegava di 12 repentini suicidi di fila, il mobbing inflitto alla psichiatra dott.ssa Nicoletta Calchi Novati del reparto psichiatria al Niguarda. Una strage! Edmondo Bruto Liberati -invece- se ne infischiò perché era troppo occupato dal caso Silvio Rubacuori e soprattutto dai suoi interessi personali con EXPO. Venne infatti indagato per omissione atti Ufficio in relazione al caso Sea-Gamberale. Alla fine la farà franca riuscendo ad andare in pensione non prima di far allontanare il PM Alfredo Robledo a Torino. TRENTO E MILANO POSSONO PROPRIO GEMELLARSI IN FATTO DI SUICIDI SOSPETTI INDAGATI DA GIORNALISTI DELLE RISPETTIVE REGIONI NONOSTANTE PRECEDENTI MISSIVE E AMMONIMENTI AI PM DEPOSITATE AGLI ATTI E RICOPIATE ONLINE. Luca Soricelli di Rovereto non è differente dai 12 suicidi menzionati da «Dagli Appennini alle Ande» a Milano, solo che Luca ha proferito (proferire) per fargli un gran casino bruciando distributori invece di andarsene in sordina come tanti altri sconosciuti che rimarranno sempre nei nostri cuori e ricordi! R.I.P.

ATTENZIONE - Tutti questi nominativi sono reperibili in rete e sono stati dati in pasto alla stampa; di conseguenza si ritiene di non far torto a nessuno menzionandoli, anzi ... se non da vivi, forse avranno un briciolo di giustizia da morti. Si ritiene inoltre che la stampa ►non abbia sbagliato a metterteli in circolazione, perché abbatte il muro dell'omertà pur entrando in un campo vasto, complesso e delicato. Però se ne dovrebbero occupare giornalisti investigativi cioè i veri #muckraker (wikipedia) e/o giornalisti scientifici (wikipedia). Le fonti sono tutte regolari testate (quotidiani + tg) e in complessivo ho attinto da quasi 500 articoli. Ore e ore e ore e ore a cercarli tutti. Sono finito in paesini e posti sconosciuti facendo il giro d’Italia. Ci ho speso una vita e sono tutti su un file word e se dovessi aggiungere tutti i links, la nota si presenterebbe ancora più lunga fino ad arrivare in Cina ed è già satura di dati. Se ci sono inesattezze, ciò è dovuto al fatto che le fonti non sono sempre in assonanza e presentano apposta tra parentesi un (? fonti discordanti). Molti dei citati sono deceduti in TSO per «arresto cardiocircolatorio» e si sospetta per dosaggi letali da psicofarmaci. Basta solo verificare nuovamente tutte le fonti (i quotidiani) dall'estremo nord all'estremo sud per riaccertare che pur essendo regolari testate registrate di varie regioni, molte delle quali non si conoscono tra loro, accentuano quest'altro particolare. In alcuni casi le cartelle cliniche erano incomplete o redatte da schifo con totale menefreghismo di chi ha dato ✚Giuramento Ippocrate e Giuramento Infermieri e si presume non per mera formalità o per opportunismo e per avere un posto di lavoro lontano dalle fabbriche come tuona il ruggente idealista Pietro Bisanti sulla maggior parte dei colleghi dell'Arma dei Carabinieri. ►Si ritiene che i coroner debbano informarsi sulla Sindrome Neurolettica Maligna e ricontrollare le schede nosologiche, mentre i ►NAS (anti-malasanità) devono indagare più a fondo e verificare che non manchino dati dalle cartelle come accertato dai colleghi guidati dal Tenente Davide Acquaviva con 12 (o 16? le fonti sono discordanti) indagati tra medici e infermieri nel sud Italia. ► Signori esponenti, il loro motto è "Basta un pò di zucchero e la pillola và giù..." Ficcano dosaggi da cavallo, miscelano farmaci da incompetenti come quel tipo di barman improvvisato che miscela alcolici a casaccio (perfino 3 tipi di neurolettici + altre gamme farmaci), compilano le cartelle cliniche ricalcando sempre colpe sui degenti con la solita dicitura: «Non frequenta centro e non assume terapia» ed è con tale scusa che vengono sbattuti nelle SPDC tramite TSO illegali e immotivati, li legano ai letti giorni e giorni, non segnano quello che serve veramente come le schede nosologiche che sono essenziali e se lo fanno, hanno una scrittura da zampa di gallina proprio come accade nelle ►carceri che un 2 a penna diventa un 3 o un 4 a penna diventa un 1 e le date non sono mai di 8 cifre, segno evidente di pigrizia, frenesia e malavoglia. Abbiamo già rischiato un Millennium Bug proprio per tali distrazioni in data 31/12/1999 e quella lezione non è servita. Ovvio che se le schede nosologiche sono falsate, dopo il coroner si incasina ulteriormente. Ciò è perseguibile penalmente anche se siete infermieri professionali, caposala, o OSS o OTA. Non pensate di farla franca e scaricare sul medico con la solita frase: Io ho fatto solo quello che mi ha ordinato il dottore” perché nel caso MastroGiovanni hanno fatto la stessa fine dei medici (tutti condannati) e verrete ripetutamente interrogati, intercettati e indagati. Lo stesso vale per le SPDC di Arco, Tione, Borgo Valsugana, Cles, Trento. Cari trentini, la pacchia è finita e qualcuno riaprirà gli archivi, compresa l’anziana signora deceduta in sala da pranzo poco dopo il 2000. Era piena di roba hALDOl? I pazienti non sono ebrei e loro medici di razza ariana delle SS su cui sperimentare, ma il paragone calza a pennello!

Cit: «Rovereto città della cuerta e guai a chi descuerta». #nonsipuomorirecosi

I pazienti non sono ebrei e loro medici di razza ariana delle SS su cui sperimentare, ma il paragone calza a pennello!

►►21 febbraio 2017 - Psicofarmaci, “Suicidi di Stato in pillole”. La bibbia igienista contro la psichiatria scritta da un carabiniere (►in servizio). Si chiama Pietro Bisanti e presta servizio a Milano, presso il nucleo Radiomobile di via Vincenzo Monti.

...( ) Il doppio lavoro di Bisanti non è però ben visto da tutti, a partire dagli psichiatri che giudicano i suoi messaggi pericolosissimi per i pazienti e fino allo stesso Comando dei Carabinieri dove presta servizio. “Hanno provato a instaurare un procedimento disciplinare con la scusa che non avevo notiziato del mio blog, ma hanno dovuto desistere. Lo scorso novembre ci hanno riprovato: l’indomani dovevo andare a una trasmissione televisiva ma all’ultimo mi chiamano dal comando per ammonirmi di non farlo perché non ero stato autorizzato. Siccome conosco il codice militare non ci sono andato, ma ho già chiesto l’autorizzazione per l’8 giugno a Telecolor. E vedrai se poi non mi chiama Canale5”.

Per questo accanimento il maresciallo che predica l’igienismo ha una sua spiegazione. “Non ho alcun tipo di stima nell’addestramento, nella capacità di dialogo e di empatia tanto dei medici quanto delle forze di polizia e degli apparati statali. ►Ma tu pensi ancora che le amministrazioni dello Stato abbiano a cuore i problemi dei cittadini? ►Che i carabinieri si arruolino per fare del bene ai cittadini? ►Che nella mia caserma, quando la gente comincia le pattuglie, tutti escano dicendo cosa potrò fare di buono per il cittadino? ►Pensi davvero di entrare in una caserma con un problema serio e di avere qualcuno che sia lì, pronto a spendersi anima e corpo, per risolverti il tuo problema? ►E’ inutile sfoggiare sondaggi sul grande apprezzamento di cui gode l’Arma. Basta vedere come rispondono al telefono. ►Per quanto mi riguarda possono congedarmi domani, non ho problemi di soldi. Io però ho una missione e un messaggio sociale da portare avanti. E per farlo andrò fin tra le gambe del Diavolo”. ( )…

Fonte completa: Il Fatto Quotidiano 21 febbraio 2017

http://www.ilfattoquotidiano.it/…/psicofarmaci-omi…/3392297/

►►►SINTOMATOLOGIE PARKINSONIANE E/O EFFETTI COLLATERALI EXTRAPIRAMIDALI DA ACCANIMENTO TERAPEUTICO:

[1] https://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_neurolettica_maligna (pericolosa e mortale)

[2] https://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_del_coniglio

[3] https://it.wikipedia.org/wiki/Acatisia (da abusi farmacologici psicofarmaci)

[4] https://it.wikipedia.org/wiki/Disfagia (da neurolettici e antipsicotici)

[5] Drastico aumento di peso e fame chimica incontrollabile, disturbi erezione penina, anorgasmia, disturbi ciclo mestruale, stitichezza, incontinenza o ritenzione idrica, crampi agli arti superiori e/o inferiori che loro chiamano rigidità muscolare, problemi deglutizione al gozzo, forte secchezza fauci, tutti evidenziati nei foglietti illustrativi se letti con attenzione anziché sottovalutati. Sono inseriti per legge nei blister delle confezioni dei vari farmaci affinché vengano letti con attenzione nonostante si presentino come delle pergamene.

Uno sguardo veloce ai numeri, quanti sono i TSO in Italia?

I numeri dell’utilizzo di queste procedure sanitarie forzose, previste per pazienti con gravi disturbi psichici o malattie infettive sono incompleti, e a volte #contraddittori. Secondo l’ultima analisi comparata fornita dall’Istat nel 2013, sono stati 9.021 i malati sottoposti a TSO, dei quali circa un terzo per schizofrenia, abbiamo al:

Nord 3.352

Centro 1.638

Sud 2.162

Nel sud, solo in Sicilia, registrati 1.585 casi di TSO, è un record: nessun'altra regione superava i mille casi. La Valle d’Aosta, ultima in classifica con 35, ma la superficie di tale regione è molto ridotta. Fonte cronachemaceratesi.it

C’è caso e caso, ma la metodica STASI (ex D.D.R soviet☭) è ancora ben funzionale ai nostri giorni. Tutti schedati, marchiati, etichettati nei terminali e nessuno che guarisce mai una volta finito/a nel loro circuito, semmai tutti cronicizzati. A Rovereto tutti «pazienti noti» perfino se ci si reca al Pronto Soccorso per un’algia alla mano o un’otalgia al CU. E bisogna ricalcarlo ovunque senza nemmeno aver firmato consenso informato. Ci hai ragionato sul fatto che lo scopo di un medico è assicurare la guarigione anziché la cronicizzazione e la schedatura? 

Questo spazio web non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Alcune delle immagini pubblicate sono tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali Diritti d’Autore, vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo teoten77@hotmail.it o ed esse con un pò di pazienza verranno immediatamente rimosse in antani. Un salutone a Gastone Moschin deceduto in data 4 settembre 2017 PCN alla veneranda età di 88 anni, multiplo di 11 e di 77. R.I.P.

Views: 120

Comment

You need to be a member of peacepink to add comments!

Join peacepink

Latest Activity

Robin Yan posted a discussion

I have no options.

UNUN Human RightsUN Human Rights CouncilInternational Bar AssociationHuman Rights WatchAmnesty International Amnesty International CanadaInternational Human Rights Community International Criminal CourtCanadian Governments Toronto police, Canadian torturers, your on-going torture, terror,threats, attempted murder by every possible means with all possible Non-Lethal Weapons in my home and in my workplace forces me to file complaint against you. They  madly hack UN ,  International Human Rights…See More
32 minutes ago
Anneline Harisunker commented on Anneline Harisunker's blog post Advise Needed Urgently
"Hi Hassan. Thanks for the advise, I realise that telling the truth was not a good idea in the first place. But I think I should fight this crap behind close doors and pretend in other instances. I forgot to mention that I have 400+ recordings of…"
1 hour ago
Miguel replied to Borja Wallace's discussion FUERZA CONJUNTA in the group Español víctima de control mental
"Buenas tardes Borja.   Aunque no me considero el más indicado para opinar, hace poco que estoy por aquí, creo que no es fácil lo que propones, por varios motivos.    En Español hay muy poca…"
1 hour ago
FREEDOM FIGHTERS FOR AMERICA posted a blog post
1 hour ago
hassanmcv commented on Anneline Harisunker's blog post Advise Needed Urgently
"Hello Anneline, sorry to hear that. I guess you talked about your targeting, mind reading, etc... You shouldn't have done that, even to your relatives, close friends who are not TIs or not aware about this crime against humanity. Now if you…"
2 hours ago
Profile Iconyan, Andris Lelis and nguyễn quốc cường joined peacepink
2 hours ago
Anneline Harisunker left a comment for Anthony Benjamin
"Hi there Anthony. I need advise... I have been harassed into not going back to work, unfortunately i am in a bad financial situation and i communicated this to my boss. i sent an email requesting to go back to work. they want me to go for a…"
3 hours ago
Anneline Harisunker commented on Sue's blog post Update bad
"Hi there guys. I have been harassed into not going back to work, unfortunately i am in a bad financial situation and i communicated this to my boss. i sent an email requesting to go back to work. they want me to go for a psychiatric evaluation.…"
4 hours ago

Badge

Loading…

© 2017   Created by Soleilmavis.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service